Proprio due sere fa abbiamo tenuto un workshop a Bari, in Fiera del Levante, a conclusione del primo anno di vita del blog www.casasmart.blog .

Un'iniziativa che ha riscosso grande interesse ed apprezzamento dagli operatori del settore intervenuti. Nel corso del dibattito è emersa una domanda: chi amministrerà il condominio 4.0 cioè tecnologcamente evoluto?

Siamo in un momento di transizione in seguito alla rivoluzione digitale in atto e la categoria degli amministratori di immobili e condomini non fa eccezione alla regola.

Il passaggio, secondo me obbligato, prevede una nuova figura professionale in grado di rispondere ad esigenze più ampie e complesse. La vecchia immagine dell’amministratore che “fa di conto” non è più sufficiente. Dovrà portare con sè anche una serie di servizi e, perché no, prodotti che completino l’offerta. Dovrà fungere anche da “amministratore dei servizi”, non solo legati alla tecnologia. Auspico, infine, un uso più adeguato anche delle suddette piattaforme tecnologiche per favorire i rapporti con i propri condomini.