GROOVY è la collezione più sofisticata e seducente di TABU, nata dalla sapienza tecnologica e dall’inesauribile energia creativa.

Le superfici tridimensionali rispondono alla voglia di osare e di moltiplicare la bellezza del legno: superfici inedite e intriganti presentate in 10 texture, dalla più raffinata e leggera, fino alla più gioiosa e marcatamente espressiva, quasi ribelle.

Una collezione per i veri amanti del legno, esaltato dal virtuosismo tecnico. Lo spessore di ogni pannello è di circa 1,0/1,1 mm ed è il risultato dell’accoppiamento di due fogli di piallacci naturali tinti. Il risultato è una superficie decorativa unica, che unisce in sé la struttura naturale del legno, il pregio del colore nello spessore della fibra legnosa, la ricerca estetica nella lavorazione della superficie.

La tridimensionalità viene dilatata a una quarta dimensione nei decori realizzati con legni pregiati e cangianti, come i frisé. I pannelli sono disponibili nei due formati: 1250 x 2500 mm oppure 1250 x 3050 mm, a seconda del tipo di disegno.

I 10 pannelli selezionati nascono quale sintesi attenta, e divertita, di molteplici tendenze e necessità. Tuttavia, la versatilità inesauribile del mondo TABU apre l’ulteriore possibilità di offrire alla progettazione queste strutture realizzate secondo scelte personalizzate.

TABU…

TABU sorge su un’alta collina a Cantù, secondo la tradizione medioevale la città delle “Cento Torri”, tra il Lago di Como e Milano, la capitale mondiale del Design.

L’intera area, la Brianza, è come un grande mantello trapuntato da prati, colline, antiche chiese e paesi laboriosi: è il Distretto Internazionale del Mobile.

Fondata nel 1927, TABU è l’eccellenza italiana nella tecnologia tintòria del legno, e garantisce l’uniformità del colore e la ripetibilità della struttura dei piallacci secondo standard qualitativi non imitabili.

La tintoria del legno nasce più di 90 anni fa dall’intuizione imprenditoriale del fondatore Achille Tagliabue: rendere il colore del piallaccio uniforme e ripetibile all’infinito, grazie alla tintoria nello spessore della fibra legnosa del piallaccio.

Questa idea rivoluziona la produzione del mobile, consentendole di diventare “industria” attraverso uno sviluppo su ampia scala. La nuova tecnologia, costantemente migliorata, supera infatti la coloritura superficiale e disomogenea eseguita nelle botteghe dei falegnami.

La seconda e la terza generazione perseverano nel costante perfezionamento della tintorìa del legno: nel 1963 è nata TABU (acronimo del nome di famiglia), e oggi opera in 60 Paesi.

TABU è un’autentica eccellenza italiana che produce piallacci naturali, naturali tinti e multilaminari. È un influencer di gusti e di tendenze e collabora con studi di progettazione e designer di interni nei vari ambiti: residenziale, contract, ufficio, retail, industria navale e automobilistica.